Aree protette

Logo stampa
 
Aree protette - legno
 

Notizie

  • 25.10.2019
    Trentino Pedala, il cicloconcorso che premia le persone, la salute, l'ambiente

    La quarta edizione del cicloconcorso Trentino Pedala si è conclusa al MuSe con la cerimonia che ha premiato in tutto 45 persone. Il dirigente Stanchina ha sottolineato come "il cicloconcorso è ricco di significati per tutta la parte centrale delle Alpi. E' una delle tante azioni che facciamo sulla sostenibilità lavorando sui comportamenti umani"

     
  • 19.10.2019
    La CETS al Parco dello Stelvio: riconoscimento europeo per il turismo sostenibile

    Nuovo grande riconoscimento sotto il profilo dell’impegno sui temi dello sviluppo sostenibile: l’assegnazione della CETS, la Carta Europea del Turismo Sostenibile al Parco Nazionale dello Stelvio. Con soddisfazione l'assessore Mario Tonina commenta che " il riconoscimento della CETS completa una strategia di sistema e conferma la serietà dell’impegno del Trentino sul fronte della sostenibilità dello sviluppo turistico. 

     
  • 17.10.2019
    In Trentino per studiare l'esperienza LIFE+TEN

    Quattro Regioni italiane interessate a conoscere il progetto LIFE+TEN. Il Ministero dell’Ambiente ha scelto di valorizzare, attraverso il progetto Mettiamoci in RIGA (Linea LQS), quanto fin qui realizzato nel nostro territorio affinchè possa essere replicato in altre realtà nazionali. Alla visita di studio hanno partecipato rappresentanti di Lazio, Toscana, Sardegna e Abruzzo, tutti interessati a varie pratiche promosse attraverso il progetto Trentino Ecological Network.

     
  • 28.9.2019
    444.000 euro per difendere la biodiversitÓ degli habitat locali

    Il Piano di sviluppo rurale 2014-2020 della Provincia di Trento finanzia quest’anno quindici progetti volti a migliorare la biodiversità dei paesaggi agricoli tradizionali e ripristinare habitat per specie di flora e fauna; tre iniziative riguardano progetti collettivi a finalità ambientale.

     
  • 24.9.2019
    Un convegno per celebrare i 100 anni dei due parchi naturali

    I Parchi Naturali Adamello Brenta e Paneveggio Pale di San Martino festeggiano cento anni di storia. Un traguardo che hanno deciso di onorare con un convegno pubblico, organizzato per il 25 settembre alla Casa della SAT a Trento. L’intenzione è quella di guardarsi alle spalle ma di anche provare a tratteggiare il futuro di un tema che sta salendo sempre più alla ribalta: la difesa dell’ambiente.

     
  • 2.8.2019
    Il Parco Adamello Brenta lancia la campagna "plastic free"

    Un’azione di sensibilizzazione ed educazione, allargata e condotta a braccetto con le Amministrazioni pubbliche del territorio per ridurre i rifiuti plastici

     

Tartarughe d'acqua - CHE FARE?

Le comuni tartarughine d'acqua o testuggini palustri americane (Trachemys scripta spp, specie e sottospecie) sono incluse negli elenchi delle specie invasive.
Ricordiamo che l legge prevede la denuncia del loro possesso.

Tartaruga (o testuggine) palustre americana (Fonte Wikipedia)
Tartaruga (o testuggine) palustre americana (Fonte Wikipedia)


Le tartarughine d’acqua o testuggini palustri americane (Trachemys scripta spp, specie e sottospecie) sono simpatici animaletti che abitano in molte delle nostre case.

Ma se vengono rilasciati nell'ambiente naturale essi sono in grado di causare gravi danni alla biodiversità: diventano voraci predatori di anfibi, pesci, insetti e uova, incidendo pesantemente sulla vita delle specie locali.

I possessori di questi animali possono continuare a custodirli a condizione di:

  • denunciarne il possesso al Ministero dell’Ambiente entro il 31.08.2019 in forma molto semplice e gratuita, che non comporta alcuna sanzione o tassazione futura (scarica sotto il modulo, che può essere inviato anche via fax). Si segnala che va allegato un documento di identità.

  • adottare opportune misure per impedire la fuga e la riproduzione dell’animale (vedi sotto le linee guida).

Chi non se la sente più di mantenere in casa questi animali, può consegnarli al Servizio Sviluppo sostenibile e Aree protette della Provincia Autonoma di Trento, che provvederà a sua volta alla consegna a idonea struttura.
____________________________________________

Le consegne sono al momento sospese e riprenderanno nella primavera 2020.
Informazioni ai numeri 0461 496109 - 0461 496190. 

____________________________________________


L’abbandono di queste specie in natura, in laghetti o fontane costituisce un reato punito dal DL 230/2017 e dall’articolo 727 del codice penale.


Per maggiori informazioni è possibile:

  • inviare una mail a: esoticheinvasive@minambiente.it o specieinvasive@isprambiente.it
  • telefonare ai numeri 0461 496109 - 0461 496190. (Servizio Sviluppo sostenibile e aree protette della PAT)
  • telefonare al numero 06 50072650 ( ISPRA –Roma)