Aree protette

Logo stampa
 
Aree protette - montagne 2
 

Notizie

  • 17.2.2020
    Flora dolomitica: un nuovo libro

    In occasione dei 10 anni di Dominiti UNESCO, è uscito il libro "Flora dolomitica - 50 fiori da conoscere nel Patrimonio UNESCO", di Alessio Bertolli, Filippo Prosser, Giulia Tomasi, Carlo, Argenti (Edizione Osiride). 

     
  • 31.1.2020
    I "Caschi verdi per l'UNESCO" in arrivo all'Adamello Brenta Geopark

    Saranno quattro gli esperti dell’Ispra che il Ministro Sergio Costa invierà all’Adamello Brenta Geopark nell’ambito del programma “Caschi verdi per l’UNESCO”, per supportare l'ente nella definizione di piani di gestione dei territori. 

     
  • 29.1.2020
    Marchio CETS Qualità Parco: premiate 26 strutture ricettive sostenibili

    Cerimonia di consegna del marchio “CETS - Qualità Parco” del Parco Naturale Adamello Brenta, alle strutture che rispondono a requisiti strutturali e gestionali volti alla sostenibilità. Prima della cerimonia, Mario Tonina ha incontrato i rappresentanti di Federparchi: un'occasione per fare il punto sulla partnership con la Provincia e per avviare le strategie future. Tutto il sistema delle aree protette trentine è oggi certificato CETS ed è pronto ad affrontare le fasi successive alla certificazione, che coinvolgeranno in prossimo futuro tanti altri operatori e intermediari turistici.

     
  • 25.1.2020
    La Rete di Riserve Val di Cembra si allarga

    Quattro nuovi Comuni - Cembra Lisignago, Lona Lases, Albiano e Valfloriana - entrano a far parte della Rete di Riserve Val di Cembra, aggiungendosi ai Comuni di Altavalle, Segonzano e Capriana. Si tratta di un'importante dimostrazione di una crescente sensibilità ambientale da parte degli enti locali e della cittadinanza e di una decisa volontà a lavorare in un'ottica sovra territoriale a favore dell'ambiente e delle comunità locali.

     
  • 20.12.2019
    Varate le "Linee guida" per gli eventi in montagna

    La Giunta provinciale ha adottato le linee guida per definire gli orientamenti da assumere, ai diversi livelli istituzionali, rispetto agli eventi che si svolgono nelle aree naturali. Il documento nasce in risposta alle sensibilità emerse nel corso degli Stati Generali della Montagna, da cui è scaturita una richiesta di individuazione di soluzioni di equilibrio tra esigenze turistiche e risorse ambientali, soluzioni che siano attente al benessere e alla qualità della vita di visitatori e comunità locali.

     
  • 18.12.2019
    Patascoss – Nambino, il primo sentiero completamente accessibile nel Parco Adamello Brenta

    L’incantevole anfiteatro naturale che circonda il Lago Nambino diventerà presto una meraviglia accessibile a tutti. E' stato approvato lo sbarrieramento del sentiero Patascoss-Nambino, idea lanciata due anni fa che trova ora un impegno formale da parte di un nutrito gruppo di enti locali.  

     

Tartarughe d'acqua - CHE FARE?

Le comuni tartarughine d'acqua o testuggini palustri americane (Trachemys scripta spp, specie e sottospecie) sono incluse negli elenchi delle specie invasive.
Ricordiamo che l legge prevede la denuncia del loro possesso.

Tartaruga (o testuggine) palustre americana (Fonte Wikipedia)
Tartaruga (o testuggine) palustre americana (Fonte Wikipedia)


Le tartarughine d’acqua o testuggini palustri americane (Trachemys scripta spp, specie e sottospecie) sono simpatici animaletti che abitano in molte delle nostre case.

Ma se vengono rilasciati nell'ambiente naturale essi sono in grado di causare gravi danni alla biodiversità: diventano voraci predatori di anfibi, pesci, insetti e uova, incidendo pesantemente sulla vita delle specie locali.

I possessori di questi animali possono continuare a custodirli a condizione di:

  • denunciarne il possesso al Ministero dell’Ambiente entro il 31.08.2019 in forma molto semplice e gratuita, che non comporta alcuna sanzione o tassazione futura (scarica sotto il modulo, che può essere inviato anche via fax). Si segnala che va allegato un documento di identità.

  • adottare opportune misure per impedire la fuga e la riproduzione dell’animale (vedi sotto le linee guida).

Chi non se la sente più di mantenere in casa questi animali, può consegnarli al Servizio Sviluppo sostenibile e Aree protette della Provincia Autonoma di Trento, che provvederà a sua volta alla consegna a idonea struttura.
____________________________________________

Le consegne sono al momento sospese e riprenderanno nella primavera 2020.
Informazioni ai numeri 0461 496109 - 0461 496190. 

____________________________________________


L’abbandono di queste specie in natura, in laghetti o fontane costituisce un reato punito dal DL 230/2017 e dall’articolo 727 del codice penale.


Per maggiori informazioni è possibile:

  • inviare una mail a: esoticheinvasive@minambiente.it o specieinvasive@isprambiente.it
  • telefonare ai numeri 0461 496109 - 0461 496190. (Servizio Sviluppo sostenibile e aree protette della PAT)
  • telefonare al numero 06 50072650 ( ISPRA –Roma)