Aree protette

Logo stampa
 
Aree protette - acqua
 

Notizie

  • 11.2.2023
    Piano del Parco nazionale dello Stelvio: acquisita l'intesa del Comitato provinciale di coordinamento e indirizzo

    L'intesa rappresenta l'importante e necessario passaggio per l'adozione definitiva del Piano da parte della Giunta provinciale, tappa fondamentale di un lungo iter, avviato dai tre settori del Parco nel 2017.

     
  • 27.1.2023
    Il presidente del Parco Naturale Adamello Brenta Walter Ferrazza eletto nel Consiglio direttivo di Federparchi

    Walter Ferrazza è stato eletto nel Consiglio direttivo di Federparchi. Rieletto anche un altro trentino Marco Katzemberger, protagonista da anni delle attività del Parco.

     
  • 17.12.2022
    Convenzioni di 9 anni per due Reti di Riserve

    In seguito alla riforma del 2021, volta a semplificare le procedure di programmazione degli interventi a tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile, la Giunta provinciale ha approvato le convenzioni novennali per la Rete di riserve Val di Cembra Avisio e il Parco Naturale Locale Monte Baldo. Approvati anche il programma triennale degli interventi e quello finanziario.

     
  • 26.8.2022
    Reti di riserve: via libera all'attuazione della riforma

    Via libera all'attuazione della riforma delle Reti di riserve, per semplificare le procedure di programmazione degli interventi a tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile che caratterizzano l'operato delle Reti. La convenzione novennale tra i Comuni e le Comunità interessate e la Provincia (ed altri soggetti, in determinati casi) rappresenterà lo strumento di governance generale della Rete.

     
  • 26.8.2022
    Santuario di San Romedio: l'impegno Ŕ di continuare il lavoro assieme

    Il percorso di candidatura all’iscrizione nel Patrimonio mondiale Unesco è impegnativo, complesso e non scontato, ma l'amministrazione provinciale sta seguendo con uguale attenzione tutte le istanze promosse dal territorio.

     
  • 5.8.2022
    Giornate dei ghiacciai: al via un ciclo di incontri

    La Cabina di regia delle aree protette e dei ghiacciai promuove una serie di incontri sul tema dei ghiacciai e degli ambienti alpini d’alta quota, partendo dalla loro vulnerabilità per passare agli aspetti geomorfologici, al tema della memoria dei ghiacciai e a quello che lasciano con la relativa storia.
    Gli incontri sono organizzati  dalla rete dei parchi del territorio provinciale in collaborazione con il Muse – Museo delle Scienze.

    Primo incontro a Peio il 13 settembre per parlare di impatto del cambiamento climatico.

     

Tartarughe d'acqua - CHE FARE?

Le comuni tartarughine d'acqua o testuggini palustri americane (Trachemys scripta spp, specie e sottospecie) sono incluse negli elenchi delle specie invasive.
Ricordiamo che l legge prevede la denuncia del loro possesso.

Tartaruga (o testuggine) palustre americana (Fonte Wikipedia)
Tartaruga (o testuggine) palustre americana (Fonte Wikipedia)


Le tartarughine d’acqua o testuggini palustri americane (Trachemys scripta spp, specie e sottospecie) sono simpatici animaletti che abitano in molte delle nostre case.

Ma se vengono rilasciati nell'ambiente naturale essi sono in grado di causare gravi danni alla biodiversità: diventano voraci predatori di anfibi, pesci, insetti e uova, incidendo pesantemente sulla vita delle specie locali.

I possessori di questi animali possono continuare a custodirli a condizione di:

  • denunciarne il possesso al Ministero dell’Ambiente entro il 31.08.2019 in forma molto semplice e gratuita, che non comporta alcuna sanzione o tassazione futura (scarica sotto il modulo, che può essere inviato anche via fax). Si segnala che va allegato un documento di identità.

  • adottare opportune misure per impedire la fuga e la riproduzione dell’animale (vedi sotto le linee guida).

Chi non se la sente più di mantenere in casa questi animali, può consegnarli al Servizio Sviluppo sostenibile e Aree protette della Provincia Autonoma di Trento, che provvederà a sua volta alla consegna a idonea struttura.
____________________________________________

Le consegne sono al momento sospese e riprenderanno nella primavera 2020.
Informazioni ai numeri 0461 496109 - 0461 496190. 

____________________________________________


L’abbandono di queste specie in natura, in laghetti o fontane costituisce un reato punito dal DL 230/2017 e dall’articolo 727 del codice penale.


Per maggiori informazioni è possibile:

  • inviare una mail a: esoticheinvasive@minambiente.it o specieinvasive@isprambiente.it
  • telefonare ai numeri 0461 496109 - 0461 496190. (Servizio Sviluppo sostenibile e aree protette della PAT)
  • telefonare al numero 06 50072650 ( ISPRA –Roma)