Aree protette

Logo stampa
 
Aree protette - montagne
 

Notizie

  • 20.8.2019
    Un "abbraccio di alberi" per battere il record al Parco dello Stelvio
    Un flash mob per un particolare quanto ambizioso obiettivo: realizzare l’abbraccio collettivo di alberi più grande mai avvenuto sull’arco alpino, capace di superare quello da record fatto segnare l’anno scorso sempre in Val di Rabbi. Sarà questo uno dei momenti di maggior curiosità del primo percorso di «Park therapy» che il Parco Nazionale dello Stelvio Trentino e le Terme di Rabbi inaugurano il 31 agosto, uno dei progetti della Carta del turismo sostenibile.
     
  • 2.8.2019
    Il Parco Adamello Brenta lancia la campagna "plastic free"

    Un’azione di sensibilizzazione ed educazione, allargata e condotta a braccetto con le Amministrazioni pubbliche del territorio per ridurre i rifiuti plastici

     
  • 1.8.2019
    Il marchio di qualità del Parco Adamello Brenta ad altre 5 strutture ricettive

    A circa un anno dal suo rilancio con numerosi nuovi vantaggi, il progetto di marketing territoriale “Qualità Parco-CETS”, promosso dal Parco Naturale Adamello Brenta, sta registrando un forte incremento di interesse. Ben dieci sono le strutture che da allora hanno presentato domanda di adesione e oggi, a seguito di una prima tranche di verifiche, cinque di esse hanno ricevuto l’attestato firmato dal Presidente Joseph Masè.

     
  • 27.7.2019
    Parco dello Stelvio: prima riunione del nuovo Comitato di indirizzo e coordinamento

    Alla presenza del ministro dell'Ambiente Sergio Costa e della direttrice generale dello stesso Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Maria Carmela Giarratano, si è tenuta il 26 luglio a Bormio la prima riunione del ricostituito Comitato di Indirizzo e Coordinamento, che ha fatto il punto sulla situazione complessiva della gestione del Parco e sulle procedure comuni per l'approvazione del Piano del Parco.

     
  • 15.7.2019
    Il parco naturale locale Monte Baldo ha una casa

    A Brentonico è stata inaugurata la Casa del Parco naturale Monte Baldo. A Palazzo Eccheli - Baisi può ora conoscere la straordinaria biodiversità del monte Baldo e la ricchezza di un patrimonio unico in Italia e in Europa. L’inaugurazione della casa è stata anche l’occasione per presentare il video “Baldo Bio… è logico”.

     
  • 2.7.2019
    Tutti i martedì "Benvenuti al Parco" su Rai Radio 1

    Ritorna “Benvenuti al Parco”, trasmissione radiofonica completamente dedicata alle aree protette del Trentino. L'appuntamento è tutti i martedì dal 2 luglio al 24 settembre alle ore 13.20 sulle frequenze locali di Rai Radio 1.

     

Situazione attuale del sistema delle Reti di Riserve

Introdotte in Trentino con la L.P. 11/07 "Governo del territorio forestale e montano, dei corsi d'acqua e delle aree protette", le Reti di riserve istituite ad oggi sono 11.
Altre sono in fase di studio o di istituzione.

 

Gli Accordi di programma hanno una validità di 3 anni, salvo proroghe.
La tabella qui sotto ne riassume lo stato di attuazione:

 
RETE DI RISERVEACCORDO DI PROGRAMMA*
PIANO DI GESTIONE*NOTE

Parco Naturale Locale
Monte Baldo

feee

Sottoscritto 06/2013

Nuovo Accordo di Programma sottoscritto 06/2018 → scadenza 06/2021

Approvato nel 2016

Ai sensi dell'art. 48 della L.P.11/07, la Giunta Provinciale ha attribuito alla Rete di riserve Monte Baldo la denominazione di Parco Naturale Locale.

DOCUMENTAZIONE PRINCIPALE

ALTRA DOCUMENTAZIONE

Bondone

feee

Sottoscritto 11/2014

Atto modificativo sottoscritto 12/2017 → scadenza 03/2020

Approvato nel 2019

La Rete attuale è l'evoluzione della Rete di Riserve Monte Bondone-Soprassasso, istituita nel 2008.

DOCUMENTAZIONE PRINCIPALE

ALTRA DOCUMENTAZIONE

Alta Valle di Cembra -Avisio

feee

Sottoscritto 09/2011

Nuovo Accordo di Programma sottoscritto 11/2016 → scadenza 11/2019

Approvato nel 2011

 

DOCUMENTAZIONE PRINCIPALE

ALTRA DOCUMENTAZIONE

Sarca Basso Corso

dfgfg

Sottoscritto 09/2012

Proroga dell'Accordo di Programma → scadenza 12/2018

in corso di elaborazione

È prevista la redazione di un Piano di gestione unitario con la RR Sarca Alto Corso, in vista dell'Istituzione del Parco Fluviale della Sarca

DOCUMENTAZIONE PRINCIPALE

ALTRA DOCUMENTAZIONE

Sarca Alto Corso

dfgfg

Sottoscritto 10/2013

Proroga dell'Accordo di Programma → scadenza 12/2018

in corso di elaborazione

È prevista la redazione di un Piano di gestione unitario con la RR Sarca Basso Corso, in vista dell'istituzione del Parco Fluviale della Sarca

DOCUMENTAZIONE PRINCIPALE

ALTRA DOCUMENTAZIONE

Alpi Ledrensi

dfgfg

Sottoscritto 09/2013

Nuovo Accordo di Programma approvato 12/2018 → scadenza 12/2021

in corso di elaborazione

 

DOCUMENTAZIONE PRINCIPALE

ALTRA DOCUMENTAZIONE

Fiemme Destra Avisio

dfgfg

Sottoscritto 10/2013

Atto modificativo sottoscritto 11/2016 → scadenza 10/2018

In corso di elaborazione

 

DOCUMENTAZIONE PRINCIPALE

ALTRA DOCUMENTAZIONE

Alto Noce

dfgfg

Sottoscritto 10/2015

Atto modificativo sottoscritto 12/2018→ scadenza 12/2019

In corso di elaborazione

 

DOCUMENTAZIONE PRINCIPALE

ALTRA DOCUMENTAZIONE

 

Val di Fassa
Cordanza per l patrimonie naturèl

dfgfg

Sottoscritto 12/2015 → scadenza 12/2018In corso di elaborazione

 

DOCUMENTAZIONE PRINCIPALE

Chiese

dfgfg

Sottoscritto 06/2017 → scadenza 12/2019In corso di elaborazione 
VAI ALLA DOCUMENTAZIONE

Brenta

dfgfg

Sottoscritto 10/2018 → scadenza 10/2021Da avviare

 

VAI ALLA DOCUMENTAZIONE

Lessini-Pasubioin fase di studio-istituzione  
Lagoraiin fase di studio-istituzione  

 

 

* Gli Accordi di programma ed i Piani di gestione delle Reti di Riserve si possono trovare nella sezione Documentazione

 

 

LEGENDA:

 
icona per fase 1

Fase 1: la rete di riserve è in fase di incubazione. I comuni o le comunità hanno avviato formalmente il processo di istituzione e stanno predisponendo la documentazione tecnica

 
icona per fase 2

Fase 2: la rete di riserve è stata istituita a seguito della stipula dell'accordo di programma. Manca ancora la piena operatività degli organi e il piano di gestione

 
icona per fase 3

Fase 3: la rete di riserve è matura. Gli organi della governance sono operativi ed è stato approvato il piano di gestione.