Aree protette

Logo stampa
 
Aree protette - rana
Siete in:  Home /  Aree protette / Riserve provinciali / Fruizione
 
 

Notizie

  • 7.7.2017
    Il "Parco che vorrei": continua il percorso partecipativo

    Nel percorso partecipativo per definire il piano del Parco dello Stelvio trentino e promuovere nuove occasione di sviluppo sostenibile, è fervido il confronto su mobilità sostenibile -Val del Monte e Val de la Mare- e valorizzazione del bramito del cervo.

     
  • 5.7.2017
    Oltre mille appuntamenti per vivere Parchi e Reti di Riserve

    Tutte le novità e le inizitive dell'estate nelle aree protette del Trentino

     
  • 16.6.2017
    PSR, due nuovi bandi

    Approvati i bandi 2017 per due misure a carattere ambientale e turistico di interesse agricolo: Operazione 4.4.3 (Investimenti non produttivi connessi per connettività ecologica e recupero di habitat Natura 2000 e agricoli ad alto valore naturalistico) e Operazione 7.5.1 (Sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative e informazioni turistiche). Presentazione delle domande dal 19 giugno al 2 agosto. Tutti i dettagli

     
  • 20.5.2017
    Il Parco che vorrei

    Il nuovo "Stelvio" nasce dalla partecipazione: un incontro pubblico a Malè per mettere a confronto proposte, idee e suggerimenti per il futuro Piano del Parco. La popolazione è stata invitata a confrontarsi, in particolare, su 4 temi: valori naturali, culturali e paesaggistici; qualità dell?abitare nel territorio del Parco, in modo stabile e temporaneo; accessibilitá, fruizione e mobilità; fare economia nel Parco per rafforzare il tessuto economico locale e provinciale.

     
  • 19.5.2017
    Dallapiccola: Il turismo sostenibile è una risorsa autentica per il Trentino

    Il sistema parchi ed aree protette genera ogni anno un indotto di oltre 70 milioni di euro. Questo il risultato dell'investimento del Trentino nella salvaguardia del territorio, integrando la tutela della biodiversità con turismo e agricoltura. Ad annunciarlo è l'assessore provinciale al turismo Michele Dallapiccola a Bologna, in occasione del Convegno di apertura del Festival IT.A.CÀ Strategie innovative per uno sviluppo sostenibile dei territori.

     

Fruizione

sul sentiero

Per la loro ricchezza naturalistica le riserve naturali provinciali sono dei luoghi privilegiati per avvicinare le persone al mondo naturale e stimolarle all'osservazione delle piante, degli animali e delle altre componenti dell'ambiente. Il fatto di essere luoghi "speciali" fa sì che i frequentatori vivano un'esperienza coinvolgente, che permette di interrogarsi, capire e ricordare.
Soprattutto il sistema degli ex- biotopi è venuto ad assumere nel corso del tempo un ruolo fondamentale nella diffusione dell'educazione ambientale e nello sviluppo della cultura ecologica, grazie anche ad un articolato programma, attivato dalla struttura provinciale competente, che si è concretizzato con la realizzazione di percorsi didattici e di centri visita, la produzione di pubblicazioni divulgative e scientifiche, l'organizzazione di attività per le scuole e per gli adulti.
Le principali strutture realizzate per la visita sono:

A supporto delle attività è stata messa a punto una nutrita serie di pubblicazioni divulgative, filmati e multimedia.

 
Sentieri di visita
Centri di visita