Aree protette

Logo stampa
 
Aree protette - acqua
Siete in:  Home /  Aree protette / Le Reti di Riserve, un nuovo modo per gestire le aree protette
 
 

Notizie

  • 12.10.2017
    Incontro "Ambiente, paesaggio, aree protette"

    Nell'ambito degli eventi per i 50 anni del Piano Urbanistico Provinciale, il 20 ottobre a Comano Terme si terrà un incontro dedicato all'ambiente a alle aree protette. Il PUP trentino infatti introdusse nella pianificazione - per la prima volta in Italia - il concetto di Parco Naturale regionale.

     
  • 7.10.2017
    Nuovo direttore per il Parco Adamello Brenta

    Il Comitato di Gestione del Parco ha nominato Cristiano Trotter nuovo direttore dell'Ente. Come da procedura, la Giunta provinciale aveva proposto al Comitato una rosa di tre candidati, invitando il presidente a richiamare l'attenzione sul nome di Trotter, indicato come il più adatto a ricoprire il ruolo in questo momento. La sua figura potrà offrire al Parco gli strumenti necessari a ripartire.

     
  • 28.9.2017
    Turismo sostenibile allo Stelvio: la strategia è partecipata

    E' ripreso il percorso di partecipazione "il Parco che vorrei" per definire le scelte strategiche e di pianificazione del Parco dello Stelvio trentino insieme alla popolazione che vive e abita il territorio. Al centro del primo incontro il tema del turismo sostenibile, anche in relazione alla Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette.

     
  • 18.9.2017
    Conferenza finale del progetto Life+TEN

    Il 15 settembre sono stati presentati i principali risultati emersi dal progetto europeo Life+TEN (Trentino Ecological Network). Avviato a luglio 2012, è stato coordinato dal Servizio Sviluppo sostenibile e aree protette della Provincia autonoma di Trento in partenariato con il Museo delle Scienze di Trento (MUSE).

     
  • 13.9.2017
    L'Adamello Brenta alle Azzorre per la Conferenza europea dei Geoparchi

    L'UNESCO ha invitato il Parco Naturale Adamello Brenta Geopark ad intervenire durante la 14° Conferenza Europea dei Geoparchi presso l'Azores Geopark per mostrare due progetti attivati nell'area protetta trentina. Al termine della tre giorni, il Presidente Joseph Masè ha dato appuntamento ai colleghi a Madonna di Campiglio che dall'8 al 14 settembre 2018 ospiterà l'8° Conferenza internazionale dei Geoparchi mondiali.

     

Le Reti di Riserve, un nuovo modo per gestire le aree protette

Monte Baldo

Il sistema delle Reti di Riserve è uno dei progetti più innovativi nell'ambito della tutela dell'ambiente in Trentino.
La Rete non è una nuova area protetta, ma un nuovo modo di gestire e valorizzare le aree protette di Natura 2000 già esistenti, in modo più efficace e con un approccio dal basso. L'iniziativa è attivata su base volontaria dai Comuni in cui ricadono sistemi territoriali di particolare interesse naturale, scientifico, storico-culturale e paesaggistico.
La Rete di Riserve converte in termini istituzionali il concetto di rete ecologica, sistema interconnesso di habitat, di cui salvaguardare la biodiversità creando e/o rafforzando collegamenti ed interscambi tra aree ed elementi naturali isolati, andando così a contrastare la frammentazione.

La loro filosofia gestionale si basa su partecipazione, sussidiarietà responsabile e integrazione tra politiche di conservazione e sviluppo sostenibile locale.

Introdotte in Trentino con la L.P. 11/07 "Governo del territorio forestale e montano, dei corsi d'acqua e delle aree protette", le Reti di riserve istituite ad oggi sono 9.

Vedi la mappa delle Reti di Riserve

logo reti di riserve