Aree protette

Logo stampa
 
Aree protette - rana
Siete in:  Home /  Aree protette / Buone pratiche
 
 

Notizie

  • 6.7.2020
    STELVIOBUS

    Dal 5 luglio è attivo il servizio di mobilità sostenibile “StelvioBus” che ha cambiato il modo di vivere la Val di Rabbi in estate. La navetta favorisce l’accesso senz’auto all’alta Val di Rabbi, punto di partenza per raggiungere alcuni dei luoghi più belli e suggestivi del Parco Nazionale dello Stelvio. Qui gli orari

     
  • 3.7.2020
    Parco Nazionale dello Stelvio: si riparte con libertà e responsabilità

    Proposte estive rimodulate e attività innovative per permettere ai visitatori di godere in sicurezza di ambienti naturali di pregio, gestiti in modo competente e responsabile. Il Parco ha incrementato per l’estate 2020 le proposte dedicate al tema del benessere e attività da fare in autonomia, per godere della natura in una dimensione privata ed intima. 
    Riaperti anche i centri visitatori per raccontare l'impegno nella tutela della biodiversità attraverso suggestivi allestimenti, percorsi interattivi, spazi didattici.

     
  • 1.7.2020
    "Benvenuti al Parco" torna su Rai Radio 1

    Torna per la quarta edizione dagli studi di Trento di Rai Radio 1 la trasmissione “Benvenuti al Parco”. Durante le 14 puntate condotte dal giornalista Daniele Benfanti si andrà in esplorazione delle aree protette del Trentino: dai tre grandi parchi che costituiscono i capisaldi del sistema, Parco Naturale Adamello Brenta, Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino, Parco Nazionale dello Stelvio, alle 11 Reti di Riserve.

     
  • 22.6.2020
    Sorprendenti apparizioni, cinema solare e green day per l'estate nel Parco Adamello Brenta

    Un ricco programma di attività per l’estate è la bella sorpresa che il Parco Naturale Adamello Brenta vuole regalare dopo il difficile periodo dell’isolamento Covid-19. 

     
  • 15.5.2020
    Approvato il Piano di intervento 2020-2022 del Parco nazionale dello Stelvio

    La delibera assegna investimenti per circa 4,6 milioni di euro per proseguire l’attività di ricerca scientifica, attuare opere di conservazione e valorizzazione del territorio (rete sentieri, segnaletica e aree di sosta), la ristrutturazione della foresteria di Rabbi e la riqualificazione delle Fonti di Rabbi; avviare la collaborazione con l'ApT delle Valli di Sole, Pejo e Rabbi per campagne di comunicazione e attività a favore dello sviluppo turistico sostenibile.

     
  • 24.4.2020
    894.000 euro per la biodiversità e il recupero degli habitat agricoli di alto valore naturalistico

    Finanziare iniziative volte a migliorare la biodiversità dei paesaggi agricoli ed a ripristinare gli habitat di alto valore naturalistico. E’ uno degli obiettivi del Piano di sviluppo rurale 2014-2020, nell'ambito del quale sono previsti quest'anno due bandi con 894.000 euro disponibili, che andranno a favore di Parchi e Reti di Riserve, ma anche di amministrazioni comunali ed aziende agricole.

     

UNA NATURA A PORTATA DI TUTTI

Le iniziative per favorire il turismo inclusivo nei territori di montagna

LA SFIDA DI UNA VISITA PIÙ ACCESSIBILE
Molte aree protette hanno messo in campo azioni diverse, ma che nascono sotto lo stesso segno e vanno coerentemente nella stessa direzione: facilitare la fruizione del patrimonio naturale da parte delle persone diversamente abili.
L’obiettivo è di promuovere la conoscenza di Parchi naturali e Reti di Riserve in modo inclusivo e condiviso, sperimentando spesso azioni innovative nel campo dell’accessibilità dei percorsi naturali.

NUDOLE, UN SENTIERO PER TUTTI
In percorso in località Nudole, a Valdaone, èstato realizzato dal Parco Naturale Adamello Brenta mettendo in atto criteri e sperimentazioni progettuali in tema di accessibilità per renderlo fruibile da qualunque visitatore. È adatto anche a persone non vedenti, ipovedenti, disabili motori o più semplicemente persone anziane, mamme con passeggini, bambini in bicicletta. Si sviluppa per circa un chilometro senza alcun dislivello; la pavimentazione è compatta e rispettosa dell’ambiente; è completamente bordato da tronchi che fungono da batti-bastone o da corde sospese per far mantenere l’orientamento ai non vedenti.


L’OASI DEI SENSI
Toccare per comprendere, per vedere, per fare propri aspetti naturalistici, per dare una possibilità di conoscere a chi non vede o vede poco, e a chi vede di imparare a conoscere attraverso l’utilizzo dei sensi. Con questi obiettivi il Parco Naturale del Monte Baldo ha allestito l’Oasi dei Sensi presso Palazzo Eccheli-Bàisi, a Brentonico. E’un percorso esperienziale e multisensoriale, accessibile a tutti, che consente di cogliere le bellezze di quattro ambienti naturali del Parco: l’alta quota, il bosco misto medio altoe medio basso, la zona umida.

IL BIOTOPO ACCESSIBILE
La Riserva naturale provinciale Palude di Roncegno, situata tra Borgo Valsugana e Roncegno Terme,èuno degli ultimi e più importanti boschi ripariali di fondovalle del Trentino. Il suo sentiero di visita, realizzato e allestito in collaborazione con la sezione di Trento dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, è fruibile anche dai portatori di disabilità motorie, dai non vedenti e dagli ipovedenti.


NEL PARCO CON LA JOELETTE

Anche il Parco Paneveggio Pale di San Martino ha predisposto alcune offerte per l’accessibilità.Esso dispone diuna Joelette, carrozzella mono ruota da fuori strada, con cui è possibile portare i disabili motori su tutti i sentieri, anche scoscesi, purché non presentino strettoie o gradini alti. Inoltre, in assenza di neve e ghiaccio, la prima parte del percorso Muse Fedaie in Val Canali e il Sentiero Marciò a Paneveggio sono accessibiliallecarrozzine accompagnate.


NATURA SENZA BARRIERE

La Rete di Riserve Fiemme-Destra Avisio da due anni aderisce all’iniziativa “Natura Senza Barriere”, promossain tutta Italia da Federtrek, che consiste in una Giornata dedicata all’escursionismo condiviso e all’accessibilità dei percorsi naturali. La Rete si impegna in questo campo anche riguardo all’attività della pesca: ha realizzato delle piazzole per permetterne la pratica alle persone disabili, in collaborazione con l’Associazione Pescatori Dilettanti Valle di Fiemme. Anche il Parco Nazionale dello Stelvio aderisce a “Natura Senza Barriere”, organizzando un’escursione condivisa, mentre il percorso dell’area faunistica in Val di Peio e il sentiero del legno e delle segherie in Val di Rabbi sono accessibili anche in sedia a rotelle.