Aree protette

Logo stampa
 
Aree protette - legno
Siete in:  Home /  Aree protette / Eventi
 
 

Notizie

  • 17.2.2020
    Flora dolomitica: un nuovo libro

    In occasione dei 10 anni di Dominiti UNESCO, è uscito il libro "Flora dolomitica - 50 fiori da conoscere nel Patrimonio UNESCO", di Alessio Bertolli, Filippo Prosser, Giulia Tomasi, Carlo, Argenti (Edizione Osiride). 

     
  • 13.2.2020
    Il capitale naturale: patrimonio comune

    Il mondo della natura e della biodiversità saranno al centro di alcune iniziative gratuite organizzate dalla Fondazione Franco Demarchi a Trento, fino al 21 febbraio. In particolare la mostra “Biodiversità”, curata dall'Ufficio Biotopi e Rete Natura 2000 in collaborazione con l'Ufficio per le Produzioni Biologiche della Pat, pone l'attenzione sull'importanza e la preservazione della diversità biologica delle specie viventi. 

     
  • 31.1.2020
    I "Caschi verdi per l'UNESCO" in arrivo all'Adamello Brenta Geopark

    Saranno quattro gli esperti dell’Ispra che il Ministro Sergio Costa invierà all’Adamello Brenta Geopark nell’ambito del programma “Caschi verdi per l’UNESCO”, per supportare l'ente nella definizione di piani di gestione dei territori. 

     
  • 29.1.2020
    Marchio CETS Qualità Parco: premiate 26 strutture ricettive sostenibili

    Cerimonia di consegna del marchio “CETS - Qualità Parco” del Parco Naturale Adamello Brenta, alle strutture che rispondono a requisiti strutturali e gestionali volti alla sostenibilità. Prima della cerimonia, Mario Tonina ha incontrato i rappresentanti di Federparchi: un'occasione per fare il punto sulla partnership con la Provincia e per avviare le strategie future. Tutto il sistema delle aree protette trentine è oggi certificato CETS ed è pronto ad affrontare le fasi successive alla certificazione, che coinvolgeranno in prossimo futuro tanti altri operatori e intermediari turistici.

     
  • 25.1.2020
    La Rete di Riserve Val di Cembra si allarga

    Quattro nuovi Comuni - Cembra Lisignago, Lona Lases, Albiano e Valfloriana - entrano a far parte della Rete di Riserve Val di Cembra, aggiungendosi ai Comuni di Altavalle, Segonzano e Capriana. Si tratta di un'importante dimostrazione di una crescente sensibilità ambientale da parte degli enti locali e della cittadinanza e di una decisa volontà a lavorare in un'ottica sovra territoriale a favore dell'ambiente e delle comunità locali.

     
  • 20.12.2019
    Varate le "Linee guida" per gli eventi in montagna

    La Giunta provinciale ha adottato le linee guida per definire gli orientamenti da assumere, ai diversi livelli istituzionali, rispetto agli eventi che si svolgono nelle aree naturali. Il documento nasce in risposta alle sensibilità emerse nel corso degli Stati Generali della Montagna, da cui è scaturita una richiesta di individuazione di soluzioni di equilibrio tra esigenze turistiche e risorse ambientali, soluzioni che siano attente al benessere e alla qualità della vita di visitatori e comunità locali.

     

L'estate 2018 nelle aree protette trentine

Anche quest'anno i Parchi e le Reti di Riserve del Trentino mettono in campo tutte le loro competenze e risorse per offrire dei calendari di proposte nella natura ricchi ed accattivanti. Escursioni, esperienze, laboratori, esplorazioni, serate, giochi didattici, mostre e tanto altro ancora, con un'attenzione particolare agli aspetti educativi.
Qui tutti i calendari!

I 3 Parchi e le 10 Reti di Riserve del Trentino (con una undicesima in arrivo), che insieme tutelano più del 30% del territorio provinciale, sono impegnati in tanti progetti di ricerca e nel perseguire gli obiettivi di conservazione del patrimonio di biodiversità che custodiscono. Ma tante energie vengono impiegate anche per offrire dei calendari di iniziative ed attività - soprattutto in estate ma non solo - che possano divulgare questi temi.

Ogni giorno per tutta l'estate, ma poi anche oltre fino ad autunno inoltrato, è possibile scegliere tra tante attività ed occasioni che, tra il divertimento e la scoperta, sanno anche trasmettere ai partecipanti messaggi importanti, destinati ad accompagnarli anche dopo il loro ritorno a casa.

Non solo camminate nella natura, relax e svago ma anche ricerca e apprendimento. Le aree protette propongono variegati calendari di escursioni, esperienze, curiosità tutte da scoprire, con un’attenzione particolare agli aspetti educativi. Gli esperti dei Parchi, che sempre accompagnano in queste attività, sanno trasmettere tutta l’emozione e l’importanza di essere in un’area protetta.

Uno sguardo ai numeri racconta la portata dell'offerta estiva messa in campodal sistema delle aree protette del Trentino:

  • 25 centri visitatori e punti informativi, per raccontare l'impegno nella tutela della biodiversità attraverso suggestivi allestimenti, percorsi interattivi, spazi didattici e mostre. Ogni estate queste strutture ospitano circa 150.000 visitatori, gran parte dei quali sono famiglie. Per questo grande attenzione viene posta affinché gli allestimenti siano ideati a misura di bambini e ragazzi.

  • 25 linee di bus navetta per offrire l'occasione di lasciare l'auto e raggiungere le zone più belle dei Parchi con mezzi sostenibili: dal trenino della Val Genova ai bus per le malghe della Val di Rabbi, dalla navetta per la Val Venegia alle 8 linee del Bicibus&Treck bus che collega la Valle dei Laghi alle Dolomiti di Brenta e al Lago di Garda. Grazie a tutti questi servizi di mobilità sostenibile, nel corso dell'estate verranno trasportati oltre 300.000 visitatori, riducendo così l'impatto su aree ed ecosistemi che, per la loro fragilità e importanza, hanno bisogno di tutta la nostra attenzione consapevole.

  • oltre 1.000 proposte per vivere ogni giorno le emozioni della natura ed una originale esperienza di vacanza. Facili camminate, emozionanti escursioni accompagnate da Educatori ambientali e Guide alpine, passeggiate notturne o al tramonto per vivere le emozioni dell'area protetta con tutti i cinque sensi. Molte attività sono riservate ai bambini, affinché attraverso giochi e laboratori didattici possano conoscere l'area protetta ed il territorio trentino in modo allegro e coinvolgente.

 

Lago Nero nella Rete di Riserve Alta Val di Cembra - Avisio (foto Cristoforetti)

 

Di seguito una breve selezione delle novità dell’estate:

Il Parco Naturale Adamello Brenta per la prossima estate mette in campo ben 323 attività su tutto il territorio dell'area protetta, ideate con vari partner locali. Un grande sforzo organizzativo, che lo scorso anno ha permesso di trasmettere i valori dell'area protetta a 4.500 partecipanti. La novità per quest'estate è l'attività "In ricerca con il Parco", in cui i partecipanti saranno coinvolti nelle attività di monitoraggio ambientale condotte da esperti, nell'ambito della ricerca scientifica da poco avviata sulle Dolomiti di Brenta da titolo BioMiti. L'estate si chiuderà con un evento di grande rilievo: a 10 anni dal suo riconoscimento come geoparco Unesco, il parco naturale Adamello Brenta ospiterà il prestigioso convegno internazionale dei geoparchi (Madonna di Campiglio, 8-14 settembre). Sono previsti oltre 1000 convegnisti da tutto il mondo e si tratta naturalmente di una grandissima occasione di visibilità per il Trentino e per le Dolomiti.

Ricco calendario anche per il Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino: escursioni, esposizioni, laboratori ambientali, trekking someggiato, giornate in malga... Tra le novità di quest'anno "Forte Dossaccio, testimone silenzioso di un tempo di guerra...": tutti i lunedì dal 9 luglio si possono ripercorre i luoghi della grande storia, visitare questo Forte, recentemente restaurato, per scoprire i punti salienti del suo passato ed i fatti bellici avvenuti nel primo conflitto mondiale, che coinvolse tragicamente queste montagne.
Altra novità di quest'estate, l'iniziativa "La Farmacia del bosco": oltre alla mostra che aprirà l'8 luglio a Villa Welsperg, la "Casa del Parco" in Val Canali, sono in programma laboratori, conferenze, escursioni sul tema delle erbe officinali selvatiche e della cosmesi naturale.

Programma con circa 200 tra eventi ed escursioni per il settore trentino del Parco Nazionale dello Stelvio. Verranno riproposte manifestazioni che la scorsa estate hanno riscosso particolare successo, accanto a molte interessanti novità.
Due iniziative in particolare incoraggeranno una fruizione dell'Area protetta sotto nuove prospettive: i progetti RicaricaParco e PrendiParco. Con il primo, si possono scoprire le Valli di Rabbi e Peio in sella alle bici elettriche, con la possibilità di ricaricare gratuitamente le batterie presso dieci malghe e rifugi in quota. Chi ama relax, pace e silenzio potrà invece usufruire delle panche PrendiParco, dei lettini di legno posizionati in punti particolarmente panoramici e lontani da fonti di disturbo, perfetti per contemplare la natura.
Tra le attività in programma sono da segnalare in luglio due uscite con la e-bike accompagnati da istruttore e operatore del Parco, per riuscire a godere delle bellezze più distanti e difficilmente raggiungibili a piedi in modo pulito e divertente. Tra le camminate citiamo la salita ai meravigliosi laghi Corvo, la passeggiata con le guardie forestali " A un passo dal cielo", l'escursione e visita delle malghe della Val di Rabbi.
Ultima importante novità nel Parco Nazionale dello Stelvio è lo StelvioBus: un servizio di navette in Val di Rabbi per avvicinare il visitatore alle aree più belle del parco, lasciando le auto fuori dell'area protetta.

Novità anche per le Reti di Riserve, la nuova forma di gestione di piccole e grandi aree protette della rete Natura 2000, con la partecipazione dei territori. Con la Rete Valle del Chiese, ultima nata nel 2017, le Reti di Riserve sono ormai arrivate al numero di 10, ma altre si profilano all'orizzonte: sia lungo il fiume Brenta sia sui monti Lessini le amministrazioni locali stanno infatti confrontandosi sull'attivazione di nuove Reti.

 
I programmi dettagliati delle proposte estive di Parchi e Reti di Riserve