Aree protette

Logo stampa
 
Aree protette - rana
 

Notizie

  • 7.8.2020
    Parchi naturali provinciali, cambia la composizione degli organi di gestione

    La Giunta provinciale ha modificato il regolamento in materia di composizione degli organismi di gestione dei Parchi naturali provinciali "Adamello Brenta" e "Paneveggio Pale di San Martino". Il provvedimento prevede una riduzione del numero dei componenti dei Comitati di gestione e delle Giunte esecutive

     
  • 7.8.2020
    Regolamento del Parco Nazionale dello Stelvio, prima adozione

    Disciplinare l'esercizio delle attività consentite, limitate o vietate nel territorio trentino del Parco Nazionale dello Stelvio: è l'oggetto del regolamento approvato in prima adozione dalla Giunta provinciale e che ora sarà pubblicato per consentire, entro sessanta giorni, la presentazione delle osservazioni.

     
  • 3.7.2020
    Parco Nazionale dello Stelvio: si riparte con libertà e responsabilità

    Proposte estive rimodulate e attività innovative per permettere ai visitatori di godere in sicurezza di ambienti naturali di pregio, gestiti in modo competente e responsabile. Il Parco ha incrementato per l’estate 2020 le proposte dedicate al tema del benessere e attività da fare in autonomia, per godere della natura in una dimensione privata ed intima. 
    Riaperti anche i centri visitatori per raccontare l'impegno nella tutela della biodiversità attraverso suggestivi allestimenti, percorsi interattivi, spazi didattici.

     
  • 1.7.2020
    "Benvenuti al Parco" torna su Rai Radio 1

    Torna per la quarta edizione dagli studi di Trento di Rai Radio 1 la trasmissione “Benvenuti al Parco”. Durante le 14 puntate condotte dal giornalista Daniele Benfanti si andrà in esplorazione delle aree protette del Trentino: dai tre grandi parchi che costituiscono i capisaldi del sistema, Parco Naturale Adamello Brenta, Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino, Parco Nazionale dello Stelvio, alle 11 Reti di Riserve.

     
  • 22.6.2020
    Sorprendenti apparizioni, cinema solare e green day per l'estate nel Parco Adamello Brenta

    Un ricco programma di attività per l’estate è la bella sorpresa che il Parco Naturale Adamello Brenta vuole regalare dopo il difficile periodo dell’isolamento Covid-19. 

     
  • 15.5.2020
    Approvato il Piano di intervento 2020-2022 del Parco nazionale dello Stelvio

    La delibera assegna investimenti per circa 4,6 milioni di euro per proseguire l’attività di ricerca scientifica, attuare opere di conservazione e valorizzazione del territorio (rete sentieri, segnaletica e aree di sosta), la ristrutturazione della foresteria di Rabbi e la riqualificazione delle Fonti di Rabbi; avviare la collaborazione con l'ApT delle Valli di Sole, Pejo e Rabbi per campagne di comunicazione e attività a favore dello sviluppo turistico sostenibile.

     

7150 - Depressioni su substrati torbosi del Rhynchosporion

Torfmoor-Schlenken (Rhynchosporion)

 

Depressions on peat substrates of the Rhynchosporion

 
Vegetazione a Rhynchospora alba al Cinque Valli - ph C. Lasen

Caratteristiche generali dell'habitat

Nei complessi torbosi meglio conservati si formano zone di torba scoperte con sola vegetazione pioniera. Esse corrispondono a depressioni che per lungo tempo restano sommerse. Situazioni analoghe si riscontrano, di regola su limitate superficie, anche nei normali processi evolutivi delle torbiere alte e di quelle di transizione. Le entità che caratterizzano queste comunità oligotrofiche sono molto specializzate, di piccola statura, spesso rare e minacciate, tanto che l’habitat meriterebbe, nell’arco alpino, di essere considerato prioritario. Per superare questa incongruenza, sembra opportuno, ove ne sussistano le condizioni, l’attribuzione a 7110 delle parti in depressione.

Variabilità, contatti e criteri interpretativi

Questo tipo è ben caratterizzato da cenosi dell’alleanza Rhynchosporion con aggruppamenti che oltre alla specie guida Rhynchospora alba, sono spesso dominate da Carex limosa e includono varie specie di Drosera e di briofite.

Specie vegetali tipiche

Dominanti:

Carex limosa (NT), Rhynchospora alba (VU).

Caratteristiche:

Drosera longifolia (VU), Drosera intermedia (EN), Drosera x obovata, Lycopodiella inundata (EN).

Altre:

Carex canescens, Carex lasiocarpa (VU), Carex nigra, Carex rostrata, Drepanocladus exannulatus, Drosera rotundifolia (NT), Eriophorum angustifolium, Menyanthes trifoliata, Scheuchzeria palustris (VU), Sphagnum sp. div.

Distribuzione in provincia

Trattandosi di habitat raro in assoluto per l’arco alpino, i criteri di selezione per i SIC trentini lo hanno giustamente privilegiato. Per questo motivo risulta presente in un significativo numero di SIC.

Dinamismo naturale

Nella descrizione del tipo si parla espressamente di comunità pioniere molto stabili ma tale condizione è strettamente legata alla dinamica evolutiva della torbiera e non v’è dubbio che le depressioni siano soggette, in tempi più o meno lunghi, ad essere colmate. In molte torbiere esistono complessi di comunità vegetali che interessano i diversi tipi di habitat e l’evoluzione è determinata da molti fattori, dalla topografia di dettaglio alla concorrenza delle comunità adiacenti. Il livello della falda e la formazione di limi fangosi in estate avanzata svolgono un ruolo determinante.

Note ed osservazioni

In ambienti atlantici e boreali, diversi da quelli alpini, queste formazioni a Rhynchospora interessano anche lembi sabbioso-umidi di brughiera e forse per tale motivo è stato ideato un codice a sé stante per differenziarle da 7140. Per il solo arco alpino, infatti, tale distinzione appare poco giustificabile, soprattutto su base cartografica.

Vulnerabilità e indicazioni gestionali

Si tratta di ambienti frammentari, di limitata estensione e, quindi, assai vulnerabili, salvo la loro capacità di occupare anche spazi secondari (ad esempio derivanti da precedenti escavazioni di torba). Le aree con comunità di Rhynchosporion dovrebbero essere conservate integre evitando qualsiasi tipo di intervento e di distrubo, anche indiretto. Da evitare, ovviamente, qualsiasi iniziativa che possa favorire fenomeni di eutrofizzazione.

 
Habitat codice:
  • 7150