Aree protette

Logo stampa
 
Aree protette - legno
 

Notizie

  • 4.4.2019
    Approvato il Piano della ricerca scientifica del Parco Adamello Brenta

    Una lunga lista di progetti per riportare il Parco ad essere un’eccellenza anche nel settore della ricerca.

     
  • 22.3.2019
    Il progetto Life-TEN selezionato per il premio europeo LIFE Award 2019

    Coordinato dal Servizio sviluppo sostenibile e aree protette in partnership con il MUSE, il progetto selezionato per il premio europeo LIFE Award è stato sviluppato dal 2012 con l'obiettivo di programmare la gestione ed il ripristino a lungo termine della Rete Natura 2000 di competenza della Provincia. Il premio LIFE Award ricosce i progetti LIFE più innovativi, ispiratori ed efficaci nei settori della protezione della natura, dell’ambiente e dell’azione per il clima. I vincitori saranno annunciati il 16 maggio 2019 a Brussels.

     
  • 5.3.2019
    Convenzione per la gestione della biodiversità al Parco dello Stelvio

    Firmata a Milano la Convenzione quadro tra Trentino, Alto Adige e Lombardia relativa al monitoraggio, alla conservazione e alla gestione delle risorse naturali e della biodiversità nel Parco Nazionale.

     
  • 5.3.2019
    Parco Stelvio verso un turismo più sostenibile

    Dopo tutte le altre aree protette trentine, anche il Parco Nazionale dello Stelvio si candida alla Carta Europea del Turismo Sostenibile. Al termine di un percorso partecipato sui tre settori, è stata presentata la candidatura: 60 azioni da attuare nei prossimi 5 anni, per un valore complessivo di 5 milioni di euro. Qui tutte le azioni in dettaglio.

     
  • 27.2.2019
    Adamello Brenta: sì all'ampliamento dei confini in Val di Breguzzo

    Il Comitato di gestione del Parco Naturale Adamello Brenta ha approvato in via preliminare la Variante 2018 al Piano di Parco, che prevede l'ampliamento dei confini dell'area protetta di 534 ettari in Val di Breguzzo. La richiesta di ampliamento era stata avanzata dal comune di Sella Giudicarie, con le motivazioni di continuità territoriale e coerenza con le finalità del Parco.

     

Lanius collurio

Averla piccola - ph SPCN.PAT

Nome comune

Averla piccola

Classe

Aves

Ordine

Passeriformes

Famiglia

Laniidae

Allegati Direttiva

Uccelli - All. I

Descrizione

È un piccolo uccello con mascherina nera, dorso grigio-castano, groppone e vertice blu pallido. Le parti inferiori sono bianco-rosate. La femmina ha dorso rossiccio e petto barrato con macchie brune a mezzaluna. Il volo è rettilineo con planate e posizioni a "spirito santo". Normalmente si lancia sulla preda da un posto elevato e non di rado la infilza su spine, ramoscelli o fili spinati in attesa di consumarla entro qualche ora. Si nutre di insetti (Coleotteri, Lepidotteri, Imenotteri, Ortotteri e Ditteri), spesso anche di piccoli uccelli, rane, arvicole, topi e perfino piccoli pipistrelli. Sverna in Africa centro-meridionale, mentre nidifica diffusamente in Europa, esclusa la penisola Iberica meridionale e le estreme regioni settentrionali. In Italia è molto diffusa ad eccezione della Puglia e della Sicilia dove è molto localizzata. È comunque in forte regresso sia per la distruzione degli habitat che per lo sviluppo intensivo dell'agricoltura (l'uso di pesticidi riduce notevolmente l'entomofauna).

Fenologia sul territorio provinciale

Nidificante e migratore regolare, in transito a maggio e agosto-settembre.

 
habitat

Habitat

Ambienti aperti cespugliosi, campagne percorse da siepi, macchie rade, radure, lande incolte, ambienti ecotonali fra pascoli e bosco. Dal fondovalle a quasi 2000 m s.l.m. Nidifica fra i cespugli e piccoli alberi tra i 70 cm e i 2 metri.

 
SIC/ZPS in cui compare:
Classificazione animale: Uccelli