Aree protette

Logo stampa
 
Aree protette - legno
 

Notizie

  • 12.6.2018
    Il Parco Adamello Brenta impegnato su tanti fronti

    Una primavera di grandi iniziative per il Parco Naturale Adamello Brenta: nuovi vantaggi per le strutture certificate Qualità Parco, un nuovo sito e nuova App con mappa digitale che consentiranno di ridurre del 50% il materiale cartaceo stampato, infine un calendario di ben 323 attività estive dal 1 giugno al 30 settembre, con proposte su tutto il territorio dell'area protetta ideate con vari partner. Tra le novità di quest'anno "In ricerca con il Parco" , un'esperienza in cui ci si calerà nei panni degli scienziati!

     
  • 7.6.2018
    Verso la nuova Rete di Riserve Fiume Brenta

    Importante passo avanti verso la «Rete di Riserve - Fiume Brenta».
    La giunta comunale di Pergine ha approvato il «Protocollo d'intesa», atto istitutivo della nuova «Rete di Riserve», recentemente sottoscritto tra Comunità Alta Valsugana e Bersntol (ente capofila), Comunità Valsugana e Tesino, Consorzio Bim del Brenta, e 12 comuni di Alta e Bassa Valsugana.

     
  • 25.5.2018
    Il Parco Nazionale dello Stelvio si candida alla Carta Europea per il Turismo Sostenibile

    Il percorso per valorizzare questa significativa area protetta è fatto di strategie a diversi livelli con il coinvolgimento di vari operatori, amministratori e abitanti. Con il coordinamento del servizio sviluppo sostenibile e aree protette, dopo l'azione "Il Parco che vorrei", ora la sfida, impegnativa, è la candidatura alla Carta Europea per il Turismo Sostenibile - CETS -. Uno strumento che aiuta a trovare la 'convergenza' fra gli operatori e l'area protetta e diventa il miglior metodo per realizzare un turismo autenticamente sostenibile.

     
  • 15.5.2018
    Il Parco Adamello Brenta rinnova la Carta Europea del Turismo Sostenibile

    18 sottoscrittori per un piano d'azione di 40 progetti che vale 4 milioni di euro. Questi, in sintesi, i numeri della strategia di sviluppo definita nella Carta Europea del Turismo sostenibile che il Parco Naturale Adamello Brenta e 17 partner hanno sottoscritto. I progetti sono suddivisi in due gruppi: l'Itinerario della Novità, 27 progetti nati durante questo percorso partecipato, e l'Itinerario della Continuità, 13 progetti che provengono dai precedenti Piani di Azione e che il Parco intende portare avanti.

     
  • 8.5.2018
    "Il Trentino per la BIOdiversità"

    Ritorna l'appuntamento con l'iniziativa dedicata alla biodiversità. Momento centrale la "Giornata nazionale della biodiversità agricola e alimentare" (20 maggio a Stenico, nella Riserva della Biosfera Unesco), ma molti sono i seminari, le conferenze e le passeggiate guidate in Parchi e Reti di Riserve dall'11 maggio al 3 giugno. Inoltre il Servizio Aree protette ha realizzato due nuovi strumenti per raccontare al grande pubblico il patrimonio di biodiversità del territorio trentino.

     

Tetrao urogallus

Cedrone - ph SPCN.PAT

Nome comune

Cedrone

Classe

Aves

Ordine

Galliformes

Famiglia

Tetraonidae

Allegati Direttiva

Uccelli - All. I

Descrizione

Il maschio si distingue dagli altri galliformi per le grandi dimensioni, la colorazione scura e la coda a ventaglio. Le caruncole sono rosse ma meno pronunciate di quelle del Fagiano di monte, alla base del becco biancastro sono presenti delle penne rigide e nere che vengono sollevate a mo' di barba durante il periodo riproduttivo. La femmina si può confondere con la femmina del Fagiano di monte ma si differenzia per la coda arrotondata e per una macchia rossastra sul petto. Il volo è breve, con rapide battute d'ala e planate, s'alza dal terreno con notevole frastuono. Le arene di canto, in genere costituite da radure tra Faggi e conifere, sono meno appariscenti di quelle del Fagiano di monte. In Europa è diffuso come sedentario nelle aree montuose. In Italia è presente solo nelle Alpi centro orientali. Le popolazioni hanno subito nel passato una sensibile rarefazione.

Fenologia sul territorio provinciale

Sedentario.

 
habitat

Habitat

Vecchi boschi di conifere, boschi misti di conifere e latifoglie (Faggio) con abbondante sottobosco (Sorbi, lamponi, ribes, mirtilli, Rododendri), tra i 1100 e i 1800 m s.l.m. Nidifica di solito alla base di alberi (conifere).

 
Classificazione animale: Uccelli